Diamoci degli obiettivi fattibili!

Lascia un commento

break & book

break & book

Mi piace sempre iniziare nuove avventure, ma contemporaneamente ho il difetto di lasciare la maggior parte delle mie cose in sospeso; sì, lo ammetto, sono una persona inconcludente, che non termina mai ciò che inizia.  Spesso mi chiedo io stessa perché, molte volte sono gli altri a voler sapere il motivo delle mie interruzioni. Credo che la risposta più ovvia sia che mi annoio facilmente, perdo interesse nel portare a termine le cose perché nonostante all’inizio io parta in quinta, tutta contenta della novità, poi perdo interesse a proseguire per noia o perché si presenta qualche problema. In realtà l’immagine è fuorviante, perché anche se capita di metterci tanto, è raro che io lasci libri letti a metà.

Per cui penso sia più produttivo per me impegnarmi a realizzare alcuni obiettivi, anche se forse in ballo ne ho già tanti, ma meglio iniziare una lista, giusto per non perdermi d’animo:

  1. Obiettivo primario è la laurea, e con essa quindi impegnarmi nel concludere le ultime tre materie. senza arrendermi alla prima difficoltà, anche se, intendiamoci, mi procura fastidio studiare con questo clima e con la mente distratta. Inutile attribuire la distrazione a qualcuno o a qualcosa, sono io la causa principale del mio calo di attenzione.
  2. Dieta. In realtà questo è l’ottavo giorno e anche se non ho perso moltissimo, l’obiettivo è quello di tornare in forma per me stessa e non per piacere agli altri. Mi ha sempre fregato questa idea di dover apparire piacevole agli altri per essere accettata, quando in realtà degli altri poco mi importa. Sì, sarò pure considerata egoista, ma credo che bisogna piacersi, non piacere. Ho passato anni a rincorrere un’immagine di perfezione perché qualcuno o qualcosa me lo imponeva o me lo chiedeva, ed ecco il perché dei miei continui fallimenti. Se uno non ha la giusta motivazione, non ha quella forza di volontà che viene da dentro per cambiare le cose, pur ottenendo un risultato, non sarà duraturo. Io miro alla durata dell’obiettivo, anche se più che chiamarla dieta, preferisco parlare di un nuovo regime alimentare più sano.
  3. Finire gli unici due libri che fatico attualmente a finire. Non ho imbrogliato prima dicendo che porto a termine ogni lettura, ma a volte devo metterci più impegno del dovuto per leggere libri scelti con poca attenzione. E con essi direi che si arriva velocemente al punto 4.
  4. Terminare “Breaking Bad” così da poter restituire i dvd al mio amico e con esso anche qualche altra serie iniziata e mai terminata.
  5. ESSERE FELICE E FIERA DI ME STESSA. So che questo sembra un obiettivo stupido, ma a volte si perdono di vista le cose essenziali; ed anche se è il punto messo infondo alla mia lista, dovrebbe essere il primo. Spesso mi sono ritrovata a fare cose che non volevo per la felicità altrui, a mettere gli altri prima di me e delle mie passioni, ma adesso sono stanca. Non si dovrebbe vivere compiacendo chi ci sta intorno, ma si dovrebbe vivere cercando di sforzarsi a rendere ogni giorno speciale ed unico, a guardare il meglio per stare bene con se stessi, perché se non lo si fa, non si è in grado di stare bene con gli altri.
    La fine della mia relazione quasi settennale mi ha aperto gli occhi: ancora non credo di stare benissimo, ma ci provo. Non voglio essere cinica, non voglio essere acida dicendo che non credo più nell’amore, perché sarebbe una bugia. Io all’amore ci credo, ci credo tantissimo e con tutta me stessa, ma sono stata sfortunata. Adesso, sarebbe fin troppo facile accusare lui, ma non potrei mai farlo, perché quando una relazione termina, la colpa è di entrambe le parti; la stessa cosa vale per i rapporti di amicizia o di lavoro e per qualsiasi altra relazione con chi si ha di fronte e per qualsiasi tipologia o motivo di legame.
    Semplicemente io ho smesso di amarlo come avrei dovuto e credo che la cosa sia stata reciproca, col senno di poi. Certo, lui adesso è molto più felice e completo di me, ma io non demordo. So che ci vorrà tempo e fatica, ma credo che anche io sarò felice con qualcuno, non appena avrò capito come fare ad essere felice sola me stessa. Una volta che starò bene, sono sicura che le cose gireranno da sole. Ho solo bisogno di più tempo, credo.
    E se non troverò la persona che mi permetterà di essere sempre me stessa e felice con me e con ciò che mi circonda, non sarà la fine del mondo, vorrà solo dire che non ero adatta per condividere un certo tipo di sentimento. Per adesso, comunque non voglio essere negativa, per cui preferisco rintanarmi nei libri e nelle storie che leggo e mi strappano spesso un sorriso.

Beh, adesso sarà dura riuscire a portare avanti con costanza tutti questi obiettivi! Ma, I can do it! O come dice il motto della Nike: “NOTHING IS IMPOSSIBLE!”.

Annunci

Qua…drato…dro…drilatero…Quattro!

Lascia un commento