Mi sono trasferita!!

Lascia un commento

https://gicoast.blogspot.com

Si, adesso nacque anche il blog su un’altra piattaforma…. Ma detto francamente non so quanta vita avrà…
Che amarezza quando tutto va a farsi benedire!!!

Il cibo greco e l’ansia da “devo laurearmi”

Lascia un commento

Ok, ok… Nessuno è perfetto, però ci si allena sempre per arrivarci! Beh, io mi esercito a diventare imperfetta ogni giorno che passa, ogni treno che lascio andare via e ogni scelta sbagliata che decido di prendere.
Il fatto è, e l’ho capito solo continuando a ripetere le stesse cose, che la mia natura è questa. Io sono sbagliata!
Vedo amore dove non esiste e vedo odio dove c’è solo tenerezza.
Non so leggere i segnali altrui, o forse non li voglio leggere, perché la realtà mi fa stare male. Allora intrecciamo relazioni con gente di cui sappiamo a malapena il nome, ma a cui doniamo ogni nostra intimità e allontaniamoci da chi vuole donarci il suo tempo di valore.
L’inverno finirà e quando la neve si sarà sciolta, probabilmente spunteranno i fiori per ricordarci che, anche se siamo tristi, basta poco per riaccendere il sorriso perso….

2015, ancora non so come sei iniziato, ma vedremo…

Lascia un commento

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/d5f/16118370/files/2015/01/img_8079.jpg

So che spesso queste cose possono sembrare brutte, ma io non riesco a pensare ad altro. Per quanto possa incontrare gente nuova, tu, sì, proprio tu C. sei un pensiero che mi logora.
Faccio mille scelte sbagliate ogni giorno, ma tu sei sempre costante e so che saremmo stati qualcosa di perfetto…

“Sono le persone che nessuno immagina che possano fare certe cose quelle che fanno cose che nessuno può immaginare…”
Cit. “The imitation game”

2015, caro, sei iniziato facendomi cacciare nei guai, ma non ti nascondo che mi piace. So che mi farai male, ma lo accetto. So che nulla sarà come lo immagino, ma non importa. Esserci è già un motivo in più per lottare!

Non mi dire, tra due giorni è Natale?! -.-‘

Lascia un commento

Ebbene si… Il fatidico giorno che tutti i bambini, le coppiette felici e i nonni attendo è alle porte.
Ed io? Beh, non è certo una novità, a me il Natale piaceva davvero un botto finché ero piccina e l’atmosfera mi faceva sperare in qualcosa di meraviglioso. Ho resistito fino agli anni del liceo e forse anche il primo anno di università; ma adesso non ne posso più!
Adoro avere un pensiero dolce per gli altri, ma non condivido la convenzione per cui darei obbligata a pensarci a Natale. In questo caso, e soprattutto negli ultimi due anni, ho capito che ciò che davvero conta non è l’oste tare del finto buonismo, ma dare sempre il massimo ogni giorno dell’anno, senza tirarsi indietro mai.

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/d5f/16118370/files/2014/12/img_8205.jpg

Io, per essere più in linea con la mia idea, ho preferito creare qualcosa col cuore, sperando sia gradita…
Per non di meno, questo è il periodo dell’anno più controverso che mai, perché si è felici per i regali (anche se il Natale avrebbe tutt’altro che tale significato, ma sarebbe lunga), ma contemporaneamente si ha malinconia per l’anno che volge al termine.
Ancora non so se questo 2014 mi sia piaciuto, ne’ so se sperare che il 2015 sia migliore o uguale.
La morale, se c’è, qual è?
Nessuna. Solo che vorrei vedere meno apparire e più essere, vorrei che le persone avessero lo spirito di unione e salvaguardia che adesso non esiste, vorrei serenità e pace, ma non solo per me ed i miei piccoli problemi quotidiani, ma per tutti.
Se fosse possibile bandirei la tristezza, la malinconia e la solitudine di questi anni, ma pare che l’avanzata dei tempi non faccia altro che aumentare ciò che è uscito dal vaso di Pandora…
Chissà, magari, presto o tardi, la speranza uscirà fuori anche lei a portare una ventata di aria fresca…

Ciao 2014!

Le serietv mi hanno rovinato il cervello…

Lascia un commento

2/12/14
Ho sempre sognato in grande, ma ho sempre messo poco impegno nel provare a realizzare i miei sogni, e credo che la colpa di questo sia attribuibile all’illusione causata dalle serie tv.
Perché ho sempre sognata di fare la scrittrice, di vivere per conto mio e di passare pomeriggi al bar con gli amici, esponendo loro i miei pensieri ed essere pronta a dare una mano.
Purtroppo nella realtà non funziona così. Ci si deve scontrare con i conti, la famiglia, la ricerca di un lavoro vero, ecc, ecc… Allora uno pensa, beh, ma c’è l’amore!
NOOOOOO! Manca anche quello!

3/12/14
Però, quando il giorno dopo rileggi tutte le bozze delle cazzate che scrivi, un bagno caldo con una buona musica in sottofondo e una buona lettura, riescono a farti dimenticare tutto il peso delle negatività che circolano nella tesa e che inevitabilmente finiscono nel cuore…

…”o un bel giro di walzer
A noialtri ballerini
Un due tre
Zum pa PA
Zum pa PA
Sotto la neve
Che non puoi mai sapere
che ne sarà di lei
Quando arriverà il sole
Sarà ancora neve?
Potremo dirci neve quando saremo aria?
Buon natale
Siate felice
Voi/noi
Che siete stati bambini
Voi/noi
Pupazzi di neve”…
Il grande boh! – Jovanotti

IMG_7804.JPG

#DREAMY IS THE NEW SELFIE

Lascia un commento

http://redhairontheroad.com/2014/11/10/dreamy-is-the-new-selfie/

Ringrazio @redhairontheroad per il tag e condivido questa idea, tanto da iniziare anche io a pubblicare foto sul mio personale profilo instagram con gli hashtag ufficiali #dreamy #dreamyisthenewselfie e #DOTD (dreamy of the day).

Musicista che sto ascoltando spesso e di cui vorrei vedere un concerto :)

Musicista che sto ascoltando spesso e di cui vorrei vedere un concerto 🙂

Perché non tatuarsi una passione che vorrei coltivare più spesso come la possibilità di viaggiare?!

Perché non tatuarsi una passione che vorrei coltivare più spesso come la possibilità di viaggiare?!

Il cibo! Provare cibi nuovi e cuture nuove...

Il cibo! Provare cibi nuovi e culture nuove…

Il diario di una Loser

1 commento

Altro sfogo, ma stavolta senza citazioni; direi che E. M. Reyes ha già fatto parecchi danni. C’è anche chi lo ha paragonato a C. Bukowski, ma non ho ancora le prove per poterlo affermare io stessa.

Ad ogni modo, la storia che sto per scrivere è ispirata a fatti realmente accaduti. E sì, si tratta di una storia che ha a che vedere con problemi di cuore, ma per spezzare una lancia in mio favore posso dire che tutti abbiamo sofferto e probabilmente soffriamo -ma non lo ammetteremmo manco sotto tortura- di tali problemi, quindi #chisenefrega!
(L’hashtag é un problema causato dall’uso smodato di social network per persone dementi, mea culpa!)

Salto il prequel del succo della storia per comodità, ma non è detto che non ci ritorni in futuro…
Lei, agli sgoccioli di una relazione quasi settennale con Ex, confusa perché ha stretto rapporti di un certo tipo con Amico di Ex sta male. Ma contemporaneamente ha un’ancora di “salvezza”: Lui.
In realtà Lei e Lui iniziano un rapporto di amicizia graduale: si incontrano e conoscono alla festa di compleanno della Cugina di Lui, nonché amica di Lei dai tempi della gita dell’ultimo anno di liceo e stop.
Lui si era da poco lasciato con la ragazza, quindi gli viene facile instaurare un rapporto casto di amicizia. Lei lascia Ex, si sente costantemente in colpa e trova Lui che la consola spesso, anche quando Ex andrà a convivere con una Quasi-Milf a due mesi dalla rottura con Lei, ma questa è un’altra storia.
(Probabilmente spunterà in seguito il racconto della Quasi-Milf e dell’ossessione di Lei)
Passa un anno, i due non abitano nella stessa città, ma si sentono frequentemente, anzi, l’avverbio più corretto è costantemente. Arriva gennaio e Lei non riesce più a negare cosa sente e si confida con TUTTE le amiche, compresa Cugina di Lui, che è ben lieta della novella e sembra dare la cosa per fatta.
Però, se la vita fosse come una telenovela argentina i due proverebbero lo stesso celato e reciproco sentimento… ERRORE!!!!!
In preda al panico, 4 mesi dopo, ad Aprile, in cui Lei non riesce a stare ferma con le mani e a ragionare invia un sms a Lui, con un testo che fa così:
Senti, non ce la faccio ad aspettare, so che sto gettando una bomba in aria, ma devo liberarmi di questo macigno. <>, mi piaci, ho preso una cotta per te. Volevo essere onesta ed è per questo che ci ho messo tanto a decidere di dirtelo e sono sparita per questo. ”
Non lo avesse mai fatto! Arriva la risposta vaga di Lui:
<> mi hai messo in crisi , scusa se non ti ho risposto prima, mi era sembrato strano che fossi scomparsa e non ne comprendevo il motivo. Non vorrei ferirti, ma avendo tutte le qualità che mi possano piacere in una ragazza non posso non pensare che io vivo a R. e tu a M. e che in particolar modo in questo periodo io raramente scendo giù perché vorrei tentare il colpo grosso con gli esami . sperando che tu non sparisca nuovamente per il momento ci possiamo solo sentire telefonicamente.
Tutto il resto se dovrà accadere non potrà essere sicuramente in questo momento spero che accetti ciò che io ti dico come io ho accettato la tua sincerità per il momento spero che tu abbia passato una buona pasqua e ti mando un mondo di auguri
.”
Sì, era Pasqua e questa risposta Lei l’ha ricevuta dopo 3 giorni, 72 ore di attesa per avere una risposta che cela in realtà un “NON MI INTERESSI, TORNATENE DA DOVE SAI VENUTA”, fino ad arrivare al compleanno di Lei, in cui la stessa ragazza si fa dare il due di picche in faccia.
Non sto qui a dire che, nonostante i due si siano promessi amicizia, il rapporto sia cambiato, come sarebbe potuto essere altrimenti?!

…. TO BE CONTINUED!

IMG_7114.JPG

Older Entries